mercoledì 26 febbraio 2014

Le 15 diete più famose viste al microscopio (Parte 1 di 2)

Le 15 diete più famose

  • Come scelgo la dieta più efficace per me?
  • Le diete come per esempio la Dukan, la Zona o Plank fanno male? Queste diete ipocaloriche e bruciagrassi funzionano?
  • Gli alimenti che sostituiscono i pasti sono dei prodotti per dimagrire? Meglio mangiare cibi freschi o liofilizzati? Come dimagrire senza rinunciare al gusto?

Molte diete oggi non sono solo regimi alimentari. Con dieta si intende un regime alimentare controllato, ma anche e soprattutto un’intera gamma di prodotti per dimagrire come per esempio le barrette energetiche o iperproteiche o i pasti pronti. Per questo motivo le diete ipocaloriche e i regimi alimentari controllati sono descritti insieme in questo articolo.

In questo articolo:

Regimi alimentari

  • Dieta Vegetariana e Vegana
  • Dieta Macrobiotica

Diete ipocaloriche bruciagrassi e perdipeso - Introduzione

  • Digiuno modificato
  • Dieta Atkins

Nella parte 2 di 2 di “Prodotti per Dimagrire: le 15 diete più famose viste al microscopio”

  • Dieta Scardale
  • Dieta Dissociata
  • Metodo Montignac
  • Dieta a Zona
  • Dieta Dukan
  • Dieta Tisanoreica e Decottoterapia
  • Dieta GIFT
  • Dieta Genetica
  • Dieta Plank

I primi 3 argomenti sono classificati come regimi alimentari, mentre tutti gli altri punti sono delle vere e proprie diete ipocaloriche per perdere peso e molte hanno prodotti per dimagrire specifici … semplici consigli di educazione alimentare economicamente alla portata di tutti non fruttano i fatturati dei prodotti sostitutivi dei pasti come per esempio le barrette energetiche o a basso contenuto calorico …


1 e 2 – Prodotti per Dimagrire: Dieta vegetariana e Vegana

Essere vegetariani o vegani non è una vera e propria dieta nel senso comune del termine. Quando si parla di dieta la maggior parte delle persone pensa a regimi alimentari ipocalorici, mentre l’esatta definizione di dieta è la descrizione quali-quantitativa di ciò che si mangia ogni giorno ed è sinonimo di nutrizione e di alimentazione.

La dieta vegetariana nasce dal desiderio etico di non danneggiare il mondo animale. Il vegetariano non rischia grossi squilibri se accetta di mangiare latticini e uova, assumendo in questo modo e naturalmente proteine sufficienti e vitamina B12.

A differenza del vegetariano, il vegano esclude totalmente tutti i cibi di origine animale e può rischiare anemie anche importanti a meno che non assuma integratori di vitamina B12 o cibi non convenzionali come alghe e funghi.

Ultimamente il mercato mette a disposizione dei vegetariane e dei vegani i superfrutti cioè frutti vegetali naturalmente ricchi di tutti i nutrienti che non vengono introdotti con carne, pesce, uova, latte e derivati. Le bacche di Goji sono un alimento molto utile nei regimi alimentari e nelle diete prive di carne perché apportano tutte le vitamine, i sali minerali e le proteine che permettono il perfetto (fisiologico) funzionamento di tutto l’organismo e di tutte le sue attività metaboliche. Molto utilizzati nelle diete prive di carne anche i derivati della Canapa (Semi, Olio e Farina) perché contengono il perfetto mix di acidi grassi essenziali costituenti della membrana esterna (involucro) di tutte le cellule organiche e fondamentali per l’assorbimento delle vitamine liposolubili (elenco completo e funzioni subito sotto la tabella nella pagina linkata).

È da notare che alcuni vegetariani e vegani non solo non mangiano tutto ciò che deriva dal mondo animale ma non utilizzano neanche prodotti come la pelle (scarpe, borse e cinture).


3 - Prodotti per Dimagrire: la Dieta Macrobiotica

È più un regime alimentare che prende spunto dalla filosofia taoista. Il fondamento è l’equilibrio tra Yin e Yang, le due forze contrapposte che regolano gli equilibri di tutto l’Universo (maschile/femminile, buio/luce, caldo/freddo e così via).

Georges Ohsawa, fondatore della dieta macrobiotica, ha classificato tutti gli alimenti nelle 2 classi Yin e Yang.

I prodotti non solo per dimagrire più utilizzati sono i cereali (meglio se integrali con predilezione per il riso), i legumi, le alghe, il sesamo e il gomasio, ma si evitano cibi dolci, lo zucchero le patate, la carne, il latte e i suoi derivati.

È un regime molto vicino al quello vegano ma giudicato più complesso.


Prodotti per Dimagrire: Le Diete Dimagranti Ipocaloriche

Da qui in avanti vengono analizzate tutte le diete ipocaloriche, cioè quelle che hanno come scopo la perdita del peso in eccesso e il raggiungimento del peso forma.

Sovrappeso e obesità sono frequenti in Italia. Inoltre l’opinione pubblica è sempre più sensibile alla forma fisica ed è logico assistere al proliferare di regimi ipocalorici ad azione rapida, che spesso promettono con una sola pillola per dimagrire o con un’unica applicazione di una crema anticellulite risultati quasi miracolosi senza fare esercizio fisico e senza modificare le proprie abitudini alimentari.

Nei prossimi punti verranno descritte le più conosciute e popolari diete ipocaloriche confrontandole con un sano regime alimentare che qualsiasi medico consiglia e verranno evidenziati eventuali rischi per la propria salute. È da ricordare che ogni dieta è uno stress per il nostro corpo che deve cambiare le sue abitudini metaboliche organizzandosi per bruciare e utilizzare nutrienti diversi in quantità diverse. Non è facile far cambiare abitudini al nostro corpo ed è necessario tempo. Per questo motivo è consigliabile evitare diete drastiche per dimagrire 5 kg in 3 giorni, ma mantenere nel tempo sane abitudini alimentari correggendo ed evitando errori e peccati di gola dei quali sicuramente siete ben consci.

All’inizio sarà più facile perché nei primi giorni di dieta si vedono buoni risultati sulla bilancia perché il corpo elimina l’acqua in eccesso (ritenzione idrica). Con il passare delle settimane il metabolismo inizia a “sciogliere” letteralmente i cuscinetti adiposi in eccesso (cellulite) ed è fondamentale in questo periodo scegliere con cura sia la quantità che la qualità di cibo che si mangia per fornire all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno per perdere peso. Più il regime alimentare ipocalorico sarà adeguato, meno si soffrirà la fame e/o si sarà di cattivo umore. Una volta terminata la dieta spesso si osserva un ritorno al peso prima della dieta e una riacquisizione dei chili persi perché il corpo “recupera” le cattive abitudini. Inoltre più la dieta procede, quando in particolare la si associa all’attività sportiva, più la bilancia rimane stabile nonostante i nostri sforzi. Questo accade perché il nostro organismo sta sciogliendo il grasso in favore di massa magra, cellulite e muscoli hanno pesi specifici diversi quindi non preoccupatevi se la bilancia dice che non avete perso neanche un etto, ma i pantaloni o la gonna che erano stretti ora vi vanno bene!

Per la nostra salute non si deve controllare l’alimentazione solo quando si vuole dimagrire ma sempre, ogni giorno ad ogni pasto, questo non vuol dire non fare mai peccati di gola, ma “equilibrarli” con cibi sani e salutari nelle quantità ideali per ognuno.

In tutte le diete giocano un ruolo fondamentale la parte mentale: psicologia e emotività. Cercate sempre di avere un obiettivo da raggiungere!

Molte diete “famose” sono caratterizzate dalla prevalenza di uno dei nutrienti (di solito proteine) a scapito di altri. I regimi alimentari iperproteici mettono sotto pressione i reni e aumentano l’acidosi tissutale e spesso chi dimagrisce seguendo queste diete presenterà un viso cadente ed emaciato perché alla pelle non vengono forniti tutti i nutrienti dei quali ha bisogno per evitare le rughe per esempio. Il trofismo, cioè il mantenimento della perfetta struttura tissutale, è invece garantita dalla disponibilità di tutti i nutrienti nelle giuste quantità (dieta varia ed equilibrata – alcuni consigli pratici)

È infine da notare che più la dieta ipocalorica sarà diversa dalle nostre abitudini alimentari più risulterà difficile mantenerla nel tempo. Per esempio: un conto è abituarsi a mangiare più frutta o verdura di stagione un altro è abituarsi a mangiare cibo liofilizzato e/o trattato industrialmente che ha un sapore molto diverso dai gusti ai quali siamo abituati. Forse è meglio mangiare un po’ meno pasta, ma quella trafilata al bronzo e fatta a mano con farina di grano duro che più pasta in busta!


4 - Prodotti per Dimagrire: Digiuno Modificato

È una dieta ipocalorica che può essere fatta solo per breve tempo, sotto stretto controllo medico (in particolare della pressione arteriosa e dei livelli di ferro nel sangue – anemia) e in assolute condizioni di riposo e relax non durante intesi periodi lavorativi.

Nel digiuno modificato l’organismo, al quale non arrivano più i nutrienti di cui ha bisogno ogni giorno, inizia a bruciare tutto il combustibile che ha a disposizione, brucia sicuramente la cellulite ma anche massa muscolare, quindi è fondamentale tenere sotto controllo il bilancio dell’azoto (esami del sangue).

Come già ricordato prima tutte le diete ipocaloriche con restrizioni troppo drastiche degli elementi nutritivi e quindi dell’energia, non sono comunque da considerare efficaci soprattutto al lungo termine e per chi deve perdere molto peso. Per gli obesi infatti il primo step verso il peso forma è l’educazione alimentare, la correzione della quantità delle porzioni e della scelta dei cibi (molto spesso infatti chi ha un peso molto importante risulta “povero” di nutrienti fondamentali come vitamine, sali minerali e proteine sia perché introdotte in quantità non sufficienti, sia perché nelle persone in sovrappeso la digestione è difficile per le grandi quantità di cibo ingerite.

È fondamentale in un regime dietetico ipocalorico come il digiuno bere almeno 3 litri di acqua al giorno per eliminare le scorie metaboliche. Una buona soluzione che può aiutare la perdita di peso è saltare una cena a settimana, magari quella domenicale e/o saltare un pasto dopo un’abbuffata. Non mangiare per una volta dà il tempo a tutto l’apparato digerente di disintossicarsi e di “riposarsi” del tanto lavoro svolto. Il digiuno settimanale può essere considerato come il reset del computer: una volta effettuato l’apparecchio funziona meglio.


5 – Prodotti per dimagrire: la Dieta Atkins

Ha un ridotto contenuto di carboidrati seguendo il semplice principio che il corpo in questo modo non ha altra scelta che ricavare energia metabolica dai tessuti adiposi in eccesso perché unico combustibile a disposizione.

Nella prima fase, detta di “induzione” e della durata di 2 settimane, l’apporto dei carboidrati deve scendere fino e 20 grammi al giorno.

Nella seconda fase si continua la dieta aggiungendo una piccola dose di carboidrati giornaliera secondo lo schema:

+ 5 grammi nella prima settimana + 10 grammi la seconda settimana fino a ridurre la perdita di peso.

Nella terza e ultima fase, detta di mantenimento, si possono reintrodurre pasta e pane moderando in ogni caso l’apporto di carboidrati consumati ogni giorno.

Questa dieta, come molte altre che verranno analizzate in seguito, non è molto soddisfacente in cucina e solo le persone molte determinate riescono a terminarla.

È inoltre da tener presente che noi Italiani consideriamo come carboidrati solo i prodotti alimentari di farina di frumento (farina bianca o farina di grano duro derivanti dalla spiga), mentre la natura ci offre molti altri tipi di farine come per esempio quella di kamut, farro, orzo, avena, riso o mais (farina gialla – polenta) o anche la semplice farina integrale che hanno un diverso indice glicemico che meglio aiuta a perdere peso.

Non è mai necessario rinunciare ad un’intera classe di nutrienti, come in questo caso i carboidrati, per dimagrire.

Riassumendo:

  • Quali sono le diete più efficaci?
  • Quali sono i prodotti per dimagrire, come per esempio i cibi sostitutivi, da associare ad una dieta ipocalorica?
  • Perché riprendo sempre i chili persi dopo la dieta?

Regimi alimentari

  • Dieta Vegetariana e Vegana
  • Dieta Macrobiotica

Diete ipocaloriche bruciagrassi e perdipeso - Introduzione

  • Digiuno modificato
  • Dieta Atkins

Nella seconda parte di questo articolo:

  • Dieta Scardale
  • Dieta Dissociata
  • Metodo Montignac
  • Dieta a Zona
  • Dieta Dukan
  • Dieta Tisanoreica e Decottoterapia
  • Dieta GIFT
  • Dieta Genetica
  • Dieta Plank

Fonti:

- Dieta vegetariana: tutti i siti più completi:

- Dieta Vegana: 3 siti per sapere tutto o quasi:

- Dieta Macrobiotica: leggi l'articolo

- Digiuno, il potere del digiuno intermittente: leggi l'articolo

- Digiuno e Religione: leggi l'articolo

- Tutto sulla dieta Atkins: leggi l'articolo

- Dieta Atkins, una ricerca: leggi l'articolo

Le diete ipocaloriche e perdipeso più famose funzionano?
Recensita da ProdottiPerDimagrire il
Quali sono le diete che funzionano di più? Perché molte diete famose sono associate a prodotti per dimagrire?
Tutti hanno deciso di dimagrire almeno una volta nella loro vita e hanno fatto una dieta, ma quanti sono riusciti a mantenere nel tempo il peso ideale? Perché dopo una dieta si tende a riprendere i chili persi? Alcuni regimi alimentari eliminano dei nutrienti: alcune diete possono far male alla salute? In questo articolo potete leggere l’analisi delle 15 diete più famose e conosciute e conoscere i vantaggi e gli svantaggi di ognuna.
Voto: 5 su 5 ✮ ✮ ✮ ✮ ✮