martedì 9 aprile 2013

Farmaci per dimagrire

I FARMACI PER DIMAGRIRE

I farmaci per dimagrire e tutti i prodotti dimagranti in farmacia sono dei veri e propri medicinali e farmaci di origine chimica, cioè vengono “costruiti” in laboratorio e con il drug design (letteralmente “disegno della droga”) vengono migliorati: dal progetto iniziale della molecola vengono tolti, sostituiti con altri o inseriti dei gruppi funzionali (che sono i “pezzi” che danno l’azione specifica ad ogni farmaco per perdere peso) per aumentare la loro azione e diminuire il più possibile gli effetti collaterali del farmaco per dimagrire. I modelli di partenza del drug design possono essere prodotti naturali oppure molecole completamente di sintesi, cioè interamente sviluppate in laboratorio. La più famosa e utilizzata molecola naturale che è stata sottoposta a drug design è la salicina dalla quale si ricavano tutte le medicine che servono per i malanni invernali, il principio attivo di sintesi è l’acido acetil salicilico. La tecnica del drug design viene utilizzata non solo per le medicine e per le pastiglie per dimagrire, ma anche per tutte le classi di farmaci come per esempio le statine (anticolesterolo come per esempio atorvastatina o simvastatina, principi attivi commercializzati con i nomi commerciali di Totali e Torvast), gli antipertesivi (che combattono la pressione alta), gli antitumorali e i farmaci contro il raffreddore o la febbre.

Il drug design dei farmaci è molto più semplice da capire se immaginate che la molecola, cioè nel nostro caso un farmaco per dimagrire, sia costruita con i mattoncini che usano i bambini per costruire case o aerei o astronavi. Dal modello iniziale si possono sostituire solo poche o alcune parti per avere un effetto nel corpo umano completamente diverso, per esempio se a un’automobile cambio la parte anteriore mettendo dei mattoncini arrotondati invece di quelli a forma di parallelepipedo posso ottenere un modello più elegante e meno sportivo. Allo stesso modo se sostituisco dei gruppi funzionali in una molecola di un medicinale per dimagrire posso migliorarne l’effetto oppure minimizzare i suoi effetti collaterali.


FARMACI PER PERDERE PESO: LE MEDICINE E LE PASTIGLIE PER DIMAGRIRE

I farmaci per dimagrire chimici sono dei veri e propri prodotti per perdere peso e nella Farmacopea Italiana rientrano in sei classi di pillole per dimagrire in farmacia. Non tutti questi medicinali sono specifici per perdere peso, alcuni come per esempio i diuretici (furosemide/Lasix o torasemide) o la levotiroxina (eutirox) sono usati anche come cura per altri disturbi come per esempio l’ipertensione o l’ipertiroidismo. Altri farmaci come per esempio l’acarbosio sono stati prodotti per agire a livello metabolico per risolvere altre malattie come per esempio il diabate.

Le principali classi di prodotti usati dai medici come farmaci per dimagrire sono 6:

  1. Anfetamine e simil anfetamine, il principio attivo di questi prodotti dimagranti in farmacia è sibutramina, commercializzata come Ectiva o Reductil: è un inibitore del re uptake di serotonina quindi aiuta il sistema nervoso a ridurre il senso di fame e diminuisce l’appetito a livello del sistema nervoso agendo sui neurotrasmettitori.
    La vendita dei prodotti per dimagrire in farmacia a base di sibutramina (Ectiva e Reductil) può avvenire solo dopo la presentazione al farmacista di una ricetta medica non ripetibile; la dispensazione è regolamentata dalla legge sulle prescrizioni di farmaci anoressizzanti per dimagrire.
    Le anfetamine per dimagrire non sono molto usate oggigiorno perché rimpiazzate da altre molecole (Ectiva e Reductil a base di sibutramina) con minori effetti collaterali. Questi prodotti farmaceutici per dimagrire hanno proprietà anoressizzanti e psicostimolanti, agiscono come agonista indiretto delle catacolamine in particolar modo a livello centrale.
    L’effetto collaterale più grave è l’insorgere della dipendenza; si possono inoltre osservare tre stadi di intossicazione:
    • Lieve = irrequietezza, nausea, bruxismo, iperidrosi generalizzata, diarrea
    • Media = ipertensione, aritmie, allucinazioni
    • Grave = collasso, convulsioni, coma
  2. Farmaci che riducono l’assorbimento di grassi alimentari, il principio attivo è orlistat, commercializzato con i nomi commerciali di Xenical e Allì - Orlistat. La molecole di questo prodotto farmaceutico per dimagrire è un derivato di un enzima del nostro corpo, la lipostatina, che ha il compito di inibire le lipasi pancreatiche; i grassi, non essendo metabolizzati non entrano in circolo.
    Questi farmaci per dimagrire possono essere acquistati con ricetta medica ripetibile nel caso di Xenical, mentre Allì è di libera vendita e non necessita di alcuna ricetta.
  3. Acarbosio, principio attivo specifico contro l’obesità, commercializzato dalla ditta farmaceutica Bayer con i nomi commerciali di Glucobay e Glicobase, diminuisce l’assorbimento degli zuccheri, riduce inoltre gli alti livelli di colesterolo e la resistenza periferica dell’insulina. Questo medicinale per dimagrire è acquistabile in farmacia con una ricetta ripetibile.
  4. Farmaci per dimagrire simil ormonali come per esempio la levotiroxina conosciuta con il nome commerciale di Eutirox. La levotiroxina è un analogo sintetico dell’ormone umano T4 che viene prodotto dalla tiroide. Adrenalina, cortisolo, t3 e t4 sono anche conosciuti come ormoni dello stress, quindi una loro carenza, come per esempio nell’ipotiroidismo, rallenta notevolmente il metabolismo. Queste pastiglie per dimagrire, andando a velocizzare il metabolismo e bruciando i grassi più velocemente, possono causare alcuni effetti collaterali come per esempio crampi, vampate di calore, e insonnia. Per i possibili effetti collaterali questo farmaco per perdere pesoè venduto in farmacia con una ricetta medica ripetibile.
    Per personalizzare al meglio il dosaggio per ogni paziente e perfezionarlo anche nel corso della giornata il medico ha a disposizione diversi dosaggi di eutirox: 25 mg, 50 mg, 75mg, 100 mg, 125 mg e 200 mg. Eutirox da 200 mg è la dose massima del farmaco perché 200 mg sono la dose massima consigliata in una giornata.
  5. Farmaci diuretici che permettono di eliminare l’acqua in eccesso nel corpo, uno dei più utilizzati è il furosemide conosciuto con il nome commerciale di Lasix. La molecola torasemide è invece commercializzata con i nomi di Diuresix o Diuremid. Questi farmaci aumentano la quantità di urina e sono quindi usati in caso di ipertensione e insufficienza cardiaca; come pastiglie dimagranti sono usati per sciogliere la cellulite che dal punto di vista medico è un edema. Necessitano di ricetta medica per essere acquistati in farmacia.
  6. Farmaci per dimagrire che agiscono sul sistema nervoso centrale e su quello periferico, appartengono, in base alla loro struttura e in base alla loro azione, a due principali classi:
    • le benzodiazepine (ansiolitici): vere e proprie medicine, sono usate anche per dimagrire, aumentano l’effetto nel neurotrasmettitore GABA quindi hanno anche effetti sedativi (rilassano) e ansiolitici (diminuiscono l’ansia), usati in casi gravi di fame nervosa. Le più conosciute benzodiazepine sono alprazolam (Xanax, Halcion) , lorazepam (Tavor, Control, Lorans), diazepam (Valium), bromazepam (Lexotan). Disponibili anche come generici.
    • gli antidepressivi: sono utilizzati nei pazienti che mangiano quando si sentono depressi e cercano nel cibo un surrogato di attenzioni e coccole, per questo motivo sono comunemente usati nei disturbi del comportamento alimentare (obesità e bulimia). Agiscono su tre ben precisi neurotrasmettitori: noradrenalina, serotonina e dopamina. Paroxetina (Seroxat), fluoxetina (Prozac), sertralina (Zoloft), citalopram (Seropram), Venlafaxina (Efexor, Faxine) sono alcuni dei principi attivi antidepressivi più noti, molti disponibili anche come medicinali generici.

Tutti queste gocce e pastiglie per dimagrire necessitano di ricetta medica ripetibile per essere acquistati in farmacia.


FARMACI DIMAGRANTI: ALCUNE PRECISAZIONI PER UN CORRETTO UTILIZZO

Tutte queste pastiglie per dimagrire che si possono comprare in farmacia hanno bisogno di una ricetta medica, il dottore valuterà l’assunzione di questo o di quel farmaco dimagrante dopo la visita medica e analizzando esami clinici sia del sangue che delle urine. La ricetta che vi scriverà il medico può essere ripetibile o non ripetibile. La ricetta ripetibile può essere utilizzata più volte dal paziente, mentre quella non ripetibile, può essere utilizzata una sola volta e viene trattenuta dal farmacista.

Sapere se il vostro medico vi ha prescritto un prodotto di marca o generico è molto semplice: basta guardare sulla scatola del prodotto. Vicino al nome commerciale di una medicina, trovate anche il nome del principio attivo, cioè della medicina vera e propria. Inoltre trovate anche il dosaggio. Per esempio, se il vostro medico per perdere peso vi ha prescritto un diuretico, può aver scritto sulla ricetta o il nome commerciale del prodotto (Lasix) e il dosaggio (25 mg è quello più utilizzato) oppure può aver scritto Furosemide 25 milligrammi (mg) compresse. Nel caso il vostro medico abbia scritto solo il principio attivo e il dosaggio, vi ha prescritto un farmaco generico, quindi non preoccupatevi se in una farmacia trovate il furosemide 25 mg compresse con la scatola bianca e in un’altra farmacia lo trovate con la scatola arancione o viola, l’importante è che sia furosemide 25 mg, basta leggerlo sulla scatola.


PASTIGLIE DIMAGRANTI E PRODOTTI PER DIMAGRIRE IN FARMACIA: QUALE RICETTA?

Alcune pastiglie dimagranti hanno bisogno di una ricetta medica ripetibile per essere acquistati in farmacia. La ricetta medicia ripetibile è redatta dal medico dopo la sua visita, ha una validità di al massimo sei mesi (salvo diversa indicazione medica) e può essere utilizzata per acquistare un massimo di dieci confezioni o singolarmente o secondo la comodità del paziente/utilizzatore (per esempio 10 scatole in un unico acquisto oppure 3 scatole la prima volta, 4 scatole al secondo utilizzo, 1 scatola e ancora 2 scatole, tutti gli acquisti devono avvenire nel periodo di validità della ricetta). Questo tipo di ricetta è anche molto utilizzata per l’acquisto della pillola anticoncezionale. Le pillole per dimagrire non possono essere consegnate a minori di anni 18 e a persone manifestamente inferme di mente. Il farmacista provvederà ad apporre il timbro con la data e il prezzo del medicinale, questa formalità attesta la vendita e vi riconsegnerà la ricetta.

La ricetta medica non ripetibile può essere utilizzata una sola volta e viene trattenuta in farmacia. Se terminate il medicinale per dimagrire dovrete recarvi da medico che, dopo avervi visitato, deciderà se prescrivervi o meno, un’altra scatola. La ricetta medica non ripetibile ha una validità di 30 giorni e oltre al nome e al cognome del paziente o le sue iniziali deve avere anche il suo codice fiscale che deve necessariamente essere scritto dal medico.


FARMACI PER DIMAGRIRE: DALLE ANFETAMINE ALLA SIBUTRAMINA (ECTIVA E REDUCTIL)

Nel 1887 fu sintetizzato per la prima volta in laboratorio la prima anfetamina (feniletilamina) utilizzata inizialmente per la cura del raffreddore. Solo nel 1922 si riscontrò l’effetto stimolante.

Nel 1927 fu sintetizzata in laboratorio la prima anfetamina appositamente concepita per essere il sostituto sintetico dell’efredrina che è il principio naturale della pianta Ma Huang (Efedra sinica) rimedio usato nella medicina cinese come energetico e stimolante e per curare in particolare l’asma.

La bezedrina, primo principio attivo farmaceutico della famiglia delle anfetamine, iniziò ad essere commercializzata nel 1932; era venduta senza obbligo di ricetta medica in spray. Fu subito un successo commerciale non tanto per i benefici agli asmatici, ma per le eccezionali qualità eccitanti, stimolanti e euforizzanti. Questi effetti della bezedrina furono sfruttati qualche anno dopo dall’esercito impegnato nel Secondo Conflitto Mondiale: per aumentare l’efficienza dei reparti e per sostenere il morale venivano distribuite anfetamine alle truppe.

Nel Secondo Dopoguerra le anfetamine venivano utilizzate comunemente dai medici che le prescrivevano come antidepressivi, per la cura di quelli che allora veniva chiamati “esaurimenti nervosi” (oggi depressione), contro la stanchezza, e grazie alla potente azione anoressizzante erano utilizzati anche come pastiglie per dimagrire.

Solo alla fine degli anni Cinquanta i Ministeri della Salute e i Governi dei Paesi nei quali erano commercializzate le anfetamine si accorsero degli effetti collaterali che queste avevano sui pazienti e il loro commercio iniziò ad essere monitorato e sottoposto a severe norme legislative.

Chimicamente tutte le anfetamine derivano da una stessa molecola: la feniletilamina. Tramite il drug design si possono aumentare gli effetti dimagranti facendo agire più marcatamente la molecola come anti fame nervosa (sibutraminaEctiva e Reductil) o si possono sintetizzare molecole che sono delle vere e proprie droghe illegali conosciute con termini come per esempio: speed o crystal, frisco speed (anfetamina + eroina), meth (metanfetamina), ice o rock (d- metanfetamina).

Dalla storia dell’anfetamina ,che iniziò nel 1887, si può notare come una stessa molecola possa essere manipolata dall’Uomo, nel caso dell’anfetamina con il drug design, per ottenere delle molecole illegali (per i loro marcati effetti collaterali e per la facilità di assuefazione) come per esempio le metanfetamine; oppure dei composti farmaceutici che possono aiutare a migliorare la qualità di vita come nel caso delle similanfetamine (Reductil e Ectiva) che invece possono aiutare a perdere peso. Si tenga però sempre presente che la sibutramina in commercio rimane dal punto di vista farmaceutico sempre un derivato dell’efedrina e delle feniletilamina, tramite il drug design si possono diminuire gli effetti collaterali, ma non si potranno mai eliminarli del tutto. Per questo motivo è sempre indispensabile assumere questi farmaci per dimagrire sotto stretto controllo medico.

Lo stesso discorso si può fare per ogni medicinale per dimagrire, che sia stato sintetizzato appositamente per perdere peso (Xenical, Allì - Orlistat) o che abbia anche altre indicazioni (diuretici o antidiabetici) e vale anche per i prodotti omeopatici per dimagrire e anche per tutti i prodotti naturali per perdere peso. Per dimagrire non è sufficiente un prodotto, per quanto miracoloso lo descriva la pubblicità, ma sono necessari anche una sana e varia alimentazione nelle giuste quantità e l’esercizio fisico per dimagrire. I prodotti per dimagrire di qualsiasi tipo sono possono aiutare a perdere peso, ma non possono essere la soluzione unica che vi aiuterà a salire sulla bilancia e sorridere.

Quando usate non solo i prodotti per dimagrire, ma tutti i medicinali anche quelli omeopatici e naturali, ricordate sempre le parole di Frate Lorenzo in Romeo e Giulietta:

“Oh! grande è la virtù che risiede nelle erbe, nelle piante, nelle pietre e nelle loro intime qualità; poiché nulla esiste sulla terra di sì vile, che alla terra non dia qualche bene particolare; né cosa alcuna è così buona, che, distratta dal suo buon uso, non si ribelli alla sua origine, cadendo nell'abuso. La virtù stessa diventa vizio, male esercitata; e il vizio talora è nobilitato da una bella azione. Sotto la tenera buccia di questo fragile fiore, risiede nello stesso tempo un veleno e una virtù medica, poiché se tu l'odori, risveglia in te una gioconda eccitazione di tutto il senso; se tu lo gusti, ti uccide, insieme col cuore, tutti i sensi. Anche nell'animo dell'uomo, come nelle erbe, stanno accampati, in continua guerra fra di loro, due re nemici: la grazia e la volontà brutale; e la pianta dove la peggiore di queste due potenze trionfa, è divorata tosto dal verme della morte.” - (William Sheakespeare – Romeo e Giulietta – Atto III Scena Seconda)